COMUNICATO STAMPA: DALLE” LINEE GUIDA PER UNA SEPARAZIONE A MISURA DI MINORI “ALLA “CARTA DEI DIRITTI DEI MINORI NELLA SEPARAZIONE DEI GENITORI”: QUESTA E’ LA STRADA GIUSTA…

L’UNIONE NAZIONALE CAMERE MINORILI

ESPRIME

viva soddisfazione per l’adozione e la presentazione, nel mese di ottobre 2018, da parte dell’Autorità Garante per l’Infanzia e per l’Adolescenza, della “Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori”, documento di fondamentale importanza che sancisce e consacra il diritto dei figli minori di continuare ad amare ed essere amati da entrambi i genitori ed a mantenere i loro affetti, il diritto di poter continuare ad essere figli e di poter vivere la loro età, il diritto di essere informati ed aiutati a comprendere la separazione dei genitori, il diritto di essere ascoltati e di esprimere i loro sentimenti, il diritto di non subire pressioni da parte dei genitori e dei parenti, il diritto a che le scelte che li riguardano siano condivise da entrambi i genitori, il diritto di non essere coinvolti nei conflitti tra i genitori, il diritto al rispetto dei loro tempi, il diritto di essere preservati dai conflitti in ordine alle questioni economiche, il diritto di ricevere spiegazioni sulle questioni che li riguardano

RILEVA

che la “Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori” rappresenta un’affermazione importante della centralità dell’interesse dei figli minori all’interno dei procedimenti separativi che coinvolgono i genitori ed attua un riconoscimento, non solo giuridico ma anche sociale e culturale, dei principi – anche di derivazione sovranazionale – che attribuiscono al soggetto minore, ai suoi interessi, alle sue necessità ed ai suoi bisogni, una posizione preminente e meritevole di speciale tutela laddove la crisi della famiglia rischia di coinvolgerli negativamente e con conseguenze potenzialmente pregiudizievoli

OSSERVA

che il diritto dei figli minori di essere informati, ascoltati ed aiutati a comprendere, con il rispetto dei loro tempi e delle loro capacità, il significato del procedimento di separazione e l’impatto delle relative decisioni rappresenta da tempo un orizzonte condiviso dall’U.N.C.M., che sottolinea sul punto la continuità tra la “Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori” e le “Linee Guida per una separazione dei genitori a misura dei minori” elaborate dall’U.N.C.M. e pubblicate in data 14 giugno 2014, le quali peraltro sono integrate dall’elaborazione di modelli uniformi di atti giudiziari da utilizzare nei procedimenti separativi, allegati alle Linee Guida, ispirati ai principi di sinteticità e centralità della figura del minore, al fine di fornire al Giudice le informazioni più rilevanti sulla vita del figlio.

In questo senso, l’UNCM

AUSPICA

che i principi ordinamentali, anche di derivazione sovranazionale, sanciti sia dalle Linee Guida dell’U.N.C.M. sia dalla “Carta dei diritti dei figli” dell’Autorità Garante per l’Infanzia e per l’Adolescenza, che attribuiscono la doverosa centralità e tutela all’interesse del minore nel procedimento separativo dei genitori, siano applicati con scrupolo, attenzione e diligenza da tutti gli operatori coinvolti, a vario titolo, nelle vicende di separazione, divorzio o scioglimento della coppia genitoriale, ed altresì che negli Uffici giudiziari del territorio nazionale siano implementati i modelli di atti uniformi elaborati dall’U.N.C.M. al fine di attribuire la necessaria rilevanza – all’interno delle procedure giudiziarie menzionate – alle informazioni fondamentali relative alla vita dei figli minori.

Roma, 6 dicembre 2018

Rita Perchiazzi

Presidente UNCM

Grazia Ofelia Cesaro

Responsabile settore Internazionale UNCM

Condividi