Comunicato UNCM sulla riforma del Tribunale per la persona

Alla presentazione dello schema di legge delega l’UNCM esprime preoccupazione per l’ipotesi di istituzione di sezioni specializzate.

In particolare, non si può condividere la proposta volta all’istituzione di sezioni specializzate presso ogni tribunale circondariale perché non garantisce la piena tutela della persona minore di età, creando una frammentazione giudiziaria che comporta una grave dispersione di risorse e competenze, tendente oltretutto ad annullare qualsivoglia tentativo di specializzazione, soprattutto nelle realtà più ridotte.

L’UNCM, pertanto, auspica che il confronto sulle riforme prosegua tra le forze politiche e nelle più consone sedi parlamentari oltre che con il consulto degli operatori del settore per la definizione di un’Autorità unica effettivamente innovativa che, come già osservato in precedenza, possa integrare le migliori risorse e culture della giurisdizione ordinaria e di quella specializzata.

 

Condividi