Proposta di legge dell´Unione Nazionale Camere Minorili

L’Unione Nazionale Camere Minorili ritiene che la fase dell’indagine sulla personalità del minore condizioni fortemente l’esito del processo penale minorile, per il che l’Unione riterrebbe opportuno il difensore eventualmente incaricato debba poter intervenire tempestivamente, debba poter utilizzare gli stessi strumenti della pubblica accusa e disporre di poteri autonomi in ordine all’indagine che riguarda la personalità, l’accertamento sull’imputabilità e la valutazione sulla rilevanza sociale del fatto. Con la proposta qui allegata l’Unione prevede di far precedere all’essenziale presenza del difensore, come sopra richiamata, una serie di adempimenti che assolvano alla funzione di informare il minore e l’esercente la potestà genitoriale circa l’avvio degli accertamenti sulla personalità disposti dall’autorità giudiziaria.

Condividi