Tribunale per la persona e le relazioni familiari – comunicato UNCM

L’UNCM esprime apprezzamento per l’intento del Governo di proseguire la strada della riforma ordinamentale con l’istituzione del Tribunale per la persona e le relazioni familiari; ed auspica che ciò possa avvenire integrando le migliori risorse della giurisdizione ordinaria e di quella specializzata, tenuto conto dei principi fondanti la tutela giurisdizionale dei diritti delle persone, anche e soprattutto minori, e delle relazioni familiari:

– specializzazione e multidisciplinarietà della composizione dell’Ufficio;

– conservazione della giurisdizione penale minorile che rappresenta, anche nello scenario europeo, uno dei più elevati esempi di cultura del diritto e di tutela (anche educativa e sociale) delle persone minori;

– giurisdizione di prossimità che tenga conto dei valori demografici espressi dai singoli territori;

– regolamentazione dei poteri e delle funzioni della componente multidisciplinare;

– formazione continua della componente togata e di quella multidisciplinare della magistratura addetta all’Ufficio;

– unificazione del rito per tutti i procedimenti di affidamento dei figli a seguito dello scioglimento dell’unione familiare;

– applicazione dei principi di contraddittorio e regolamentazione dei diritti di difesa delle parti nel processo in tutti i procedimenti;

– regolamentazione delle modalità di nomina dell’avvocato del minore, al fine di creare prassi uniformi.

Condividi